pagliaro-rechtsanwalt

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

In data 3.06.2020, il Governo tedesco ha pubblicato i punti chiave di un pacchetto di rilancio economico per effetti del Corona Virus. Misure mirate per un totale di 130 miliardi di Euro. Alcune avranno effetto anche nella relazione Germania - Italia 

  • L'imposta sul valore aggiunto - IVA - sarà ridotta per un periodo limitato dal 1.7.2020 al 31.12.2020. L'aliquota d'imposta ordinaria sarà ridotta dal 19 % al 16 %, quella ridotta dal 7 % al 5 %. Ciò rafforza il potere d'acquisto e va a vantaggio soprattutto dei cittadini con un reddito più basso che spendono una quota maggiore del loro reddito. Detto fatto interesserà tutti venditori ONLINE che superano la soglia prevista e che sono sottoposti alla tassazione tedesca.
  • Per stabilizzare il reddito delle famiglie monoparentali, il contributo di sgravio dell'imposta sul reddito sarà più che raddoppiato a 4.000 euro per gli anni 2020 e 2021.
  • La "Garanzia sociale 2021" stabilizzerà i contributi sociali ad un massimo del 40% fino al 2021. Eventuali esigenze finanziarie che vanno al di là di questo saranno coperte dal bilancio federale. Questo alleggerisce l'utile netto dei dipendenti e crea affidabilità per le aziende.
  • Il facile accesso alla sicurezza di base senza un audit patrimoniale sarà esteso fino alla fine del 2020.
  • Uno scudo protettivo per i tirocinanti assicura che gli studenti che lasciano la scuola possano iniziare la loro formazione e che i tirocinanti possano completare correttamente la loro formazione attuale. Sono compresi i pagamenti dei premi per le piccole e medie imprese.
  • Un programma di assistenza ponte consente misure di sostegno per le piccole e medie imprese che subiscono elevate perdite di fatturato a causa della corona. Si applica a tutti i settori e tiene conto della situazione specifica delle industrie particolarmente colpite. A tale scopo saranno messi a disposizione 25 miliardi di euro.
  • Un programma di aiuti per il settore culturale sosterrà i progetti culturali e le infrastrutture culturali in Germania.

Per sostenere i Länder nelle loro misure di stabilizzazione delle organizzazioni senza scopo di lucro, la Confederazione lancia un programma speciale di crediti tramite la banca KfW per il 2020 e il 2021

 

Per sostenere le imprese nella loro ripresa economica e fornire incentivi agli investimenti, il pacchetto di stimoli economici comprende, tra l'altro, le seguenti misure:

  • Per gli esercizi fiscali 2020 e 2021, le aziende riceveranno opzioni di ammortamento temporaneamente migliorate per i beni mobili come i macchinari. Questo cosiddetto ammortamento a saldo decrescente incentiva gli investimenti.
  • Viene ampliata la possibilità di compensare fiscalmente le perdite con gli utili dell'esercizio precedente. Il riporto delle perdite fiscali sarà esteso ad un massimo di 5 milioni di euro (o 10 milioni di euro in caso di accertamento congiunto) per il 2020 e il 2021. Inoltre, verrà creata la possibilità di rendere il riporto utilizzabile già nella dichiarazione dei redditi per il 2019.
  • La data di scadenza dell'imposta sul fatturato all'importazione sarà rinviata al 26 del mese successivo. In questo modo le imprese dispongono di una liquidità supplementare.
  • La legge sull'imposta sul reddito delle società è in fase di modernizzazione e consente, tra l'altro, alle società di persone la possibilità di essere tassate come società di capitali. Questo migliora le condizioni di concorrenza per le aziende.

 

Un pacchetto completo per il futuro con un volume di 50 miliardi di euro è destinato a garantire che la modernizzazione del Paese sia attivamente perseguita e che la Germania esca più forte dalla crisi. Ciò comprende numerose misure in vari settori futuri. Al fine di promuovere la mobilità sostenibile, il futuro pacchetto comprende numerose misure per la svolta della mobilità. Il suo obiettivo è quello di accompagnare il cambiamento strutturale dell'industria automobilistica e di contribuire alla creazione di catene del valore sostenibili. Ciò comprende, tra l'altro, le seguenti misure di impostazione del corso:   

  • Come "premio all'innovazione", il governo federale raddoppia la sua quota del premio ambientale, limitato al 31.12.2021, il che significa che il finanziamento del governo federale passerà da 3.000 a 6.000 euro per l'acquisto di un veicolo elettronico con un prezzo di listino fino a 40.000 euro.
  • Altri 2,5 miliardi di euro saranno investiti nell'ampliamento delle moderne e sicure infrastrutture dei punti di ricarica e nella promozione della ricerca e dello sviluppo nel campo dell'elettromobilità e della produzione di batterie.
  • I futuri investimenti di produttori e fornitori dell'industria automobilistica saranno finanziati con 1 miliardo di euro negli anni 2020 e 2021 attraverso un programma di bonus.
  • Dal 2021, la tassa sui veicoli sarà più allineata alle emissioni di CO2, rendendo le auto pulite più economiche da tassare rispetto ai modelli ad alte emissioni.
  • I programmi di scambio temporaneo della flotta sono destinati a promuovere la mobilità elettrica. Sono compresi i veicoli per i servizi sociali nel traffico urbano e i veicoli elettrici per gli artigiani e le piccole e medie imprese.
  • Il governo tedesco sta investendo in un programma di modernizzazione della flotta di autobus e camion per promuovere sistemi di trasmissione alternativi. I finanziamenti per gli e-bus e le relative infrastrutture di ricarica saranno aumentati per un periodo limitato fino alla fine del 2021.
  • Al fine di promuovere autocarri più puliti nel traffico pesante, il governo federale sta sostenendo un programma di scambio a livello europeo per gli automezzi pesanti con sussidi per la sostituzione dei vecchi veicoli Euro 3 - Euro 5 con nuovi veicoli Euro VI.
  • Deutsche Bahn riceverà dal governo federale un ulteriore capitale proprio di 5 miliardi di euro. Ciò le consentirà di investire nell'ammodernamento, nell'ampliamento e nell'elettrificazione della rete ferroviaria e nel sistema ferroviario, anche a fronte di un deficit di entrate da corone.

La trasformazione del sistema energetico e il raggiungimento degli obiettivi climatici sono tra le principali sfide sociali dei prossimi decenni.Il governo tedesco sta entrando nella promozione della tecnologia dell'idrogeno con un ambizioso pacchetto di investimenti. Questo getterà anche le basi per nuove tecnologie di esportazione e aprirà la strada alla neutralità dei gas serra nel trasporto di merci pesanti nell'industria.

  • Il governo federale fornirà una sovvenzione per ridurre il prelievo EEG, in modo che sia di 6,5 ct/kwh nel 2021 e di 6,0 ct/kwh nel 2022.
  • Il tetto all'espansione del fotovoltaico sarà abolito e l'obiettivo di espansione dell'energia eolica offshore sarà innalzato.
  • Il programma di ristrutturazione degli edifici a CO2 sarà aumentato di 1 miliardo di euro per il 2020 e il 2021 a 2,5 miliardi di euro.
  • Il programma per il futuro rafforzerà anche gli investimenti nel campo della digitalizzazione nell'economia e nell'amministrazione:
  • Gli investimenti previsti per l'intelligenza artificiale (AI) entro il 2025 saranno aumentati da 3 a 5 miliardi di euro. Questo sosterrà una rete europea di IA competitiva.
  • Il governo federale fornirà i fondi necessari per la costruzione di almeno due computer quantistici da parte di consorzi adeguati.
  • 5 miliardi di euro saranno forniti alla nuova società di infrastrutture mobili per la costruzione di una rete 5G a livello nazionale entro il 2025.
  • Per poter svolgere un ruolo di primo piano come fornitore di tecnologia nelle future tecnologie di comunicazione come la 6G, il governo federale sta investendo nella sperimentazione di nuove tecnologie di rete.
  • Si promuove la digitalizzazione dell'amministrazione, tra l'altro per rendere disponibili online i servizi amministrativi.
  • Il rafforzamento della sostenibilità comprende anche misure per migliorare la protezione contro le pandemie:

Il governo federale si sta adoperando per un "Patto per il servizio sanitario pubblico". In questo quadro, gli uffici della sanità pubblica saranno supportati nell'aggiornamento tecnico e digitale e nell'equipaggiamento delle attrezzature e saranno rafforzati nella loro capacità di reclutamento del personale.
Il governo federale sta istituendo un "Programma Ospedali del futuro", che promuove i necessari investimenti da parte degli ospedali.
    Il governo federale sostiene l'iniziativa del CEPI e lo sviluppo del vaccino corona tedesco. L'obiettivo è quello di garantire che un vaccino efficace e sicuro sia prontamente disponibile e possa essere prodotto anche in Germania.

Fonte: Ministro dell Economia Germania


Attenzione alla prescrizione dei crediti in Germania

 

Prescrizione crediti in Germania 2020

Rispettivamente alla legislazione applicabile italo-tedesca, il termine di prescrizione civile regolare può variare da tre anni (normativa tedesca, § 195 BGB) a dieci anni (normativa italiana, art. 2946 c.c) fintanto che non vi siano regolamentazioni giuridiche particolari.

Il regolare termine tedesco di tre anni inizia a decorrere con la fine dell'anno, in cui la pretesa é sorta, ciò significa che la prestazione dovuta deve essere stata completamente effettuata.

Importante: La prescrizione triennale decorre dalla fine dell` anno al 31. dicembre (normativa tedesca, § 199 BGB).

Differenti anche i mezzi tecnici per interrompere o sospendere la prescrizione: Nella legislazione germanica occorre l` introduzione di un procedimento giudiziale (§ 204 BGB), mentre rimangono senza effetto interruttivo o sospensivo la diffida scritta e richiesta di pagamento (diversamente dalla legislazione italiana ai sensi dell art. 2943 4° Co c.c). La prescrizione triennale deve essere interrotta perciò tramite richiesta giudiziale entro la fine dell` anno (31° dicembre).

Secondo la legislazione tedesca, i crediti derivanti dal 2017 cadono in prescrizione dall` 1° gennaio 2021, qualora non venga introdotta azione giudiziale per la prestazione entro il

31° dicembre 2020.

Attenzione anche per le prescrizioni e termini di decadenza a causa di corona! In questo momento sussiste una forte incertezza se l` interruzione derivante dal decreto legge art. 84 co 8 d.l 17.03.2020 riguarda anche i processi in Germania, qualora dovesse essere applicabile il diritto operandi italiano, in quanto la deroga di interesse si realizza solo nella Giustizia italiana, avendo come ragione l`interruzione del sistema giudiziale civile nel territorio italiano.

Poiché negli affari internazionali può essere difficile stabilire la normativa vigente, si consiglia - in caso di dubbio - di rivolgersi ad un avvocato.


Lo Studio Legale Pagliaro ha la sua sede in Colonia, Germania,  ed esercita dal 1995 nei settori del diritto italo - tedesco. Lo Studio fa parte di una rete di professionisti e coordina l' elaborazione delle pratiche di rito tedesco interloquendo direttamente con gli uffici giudiziari, fiscali e amministrativi in Germania.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Phone

Accettazione e rinuncia all eredita nel diritto italiano. Italiani all estero

deutschland italien

Il nostro studio legale opera nei rapporti giuridici tedesco-italiani dal 1995. Il diritto successorio tedesco e italiano, ossia i casi di successione in cui la persona deceduta ha vissuto in Germania o in Italia o possedeva beni patrimoniali in patria o all'estero. Queste circostanze sollevano regolarmente complesse questioni relative al diritto patrimoniale internazionale e all'imposta di successione, che richiedono la competenza dei sistemi giuridici di entrambi i paesi.

Determinazione del patrimonio

Il nostro ufficio è collegato con i registri immobiliari e delle imprese in tutte le regioni d'Italia, in modo che l'immobile sia determinato in modo rapido e affidabile. Attraverso il nostro sistema di comunicazione PEC siamo in contatto con tutti i tribunali probatori, gli uffici anagrafici e le banche in Italia.

Elaborazione e valutazione dei beni ed asse ereditaria

I trasferimenti di proprietà immobiliari in Italia sono effettuati direttamente dal nostro studio legale, così come la liquidazione di depositi finanziari/conti bancari o trasferimenti a società. Siamo in grado di gestire controversie ereditarie più complesse, ad esempio tra coeredi, con i nostri partner di cooperazione, notai e avvocati. Il nostro sistema informativo sul valore dei terreni in Italia ci permette di effettuare valutazioni immobiliari in Italia.

Rinunciare all eredità e limitazioni di responsabilità

In qualità di interlocutori per il diritto successorio tedesco e italiano, assistiamo i nostri clienti nella presentazione di accettazione e rinuncia di successione. Elaboriamo e coordiniamo le deroghe necessarie e garantiamo la pubblicità.

Pianificazione successoria di patrimoni in Germania e in Italia

In collaborazione con notai e consulenti fiscali tedesco/italiani, redigiamo testamenti e contratti di donazione che possono essere utilizzati in entrambi i paesi, garantendo così un approccio uniforme.

Imposta di successione

La questione dell'imposta sulle successioni e donazioni dovrebbe essere presa in considerazione fin dall'inizio. Poiché non esiste una convenzione di doppia imposizione in vigore, qui è necessaria una particolare attenzione! Collaboriamo con diversi consulenti fiscali, o supportiamo i consulenti degli eredi su questioni di diritto tributario italiano. Valutazione per immobili situati in Italia (terreni, case, appartamenti) o aziende.

Costi e trasparenza

In linea di principio, si consiglia di stipulare un contratto di onorario, indipendentemente dal valore dell'immobile. In questo modo, i costi possono essere mantenuti il più possibile trasparenti. Se il mandato termina prematuramente o in caso di rinuncia a singoli punti di mandato, il cliente paga solo per l'elaborazione eseguita fino a quel momento.

Il nostro team

Gian Luca Pagliaro è statoiscritto all'ordine degli avvocati nel 1995 ed è specializzato in diritto commerciale internazionale e docente di diritto italiano presso l'Università di Colonia. Nel 2017 si è specializzato in diritto successorio italiano, il cosiddetto master breve nel diritto di successione a Milano.

Dott. Daniel Urso, studi giuridici presso l'Università CATTOLICA DEL SACRO CUORE, Milano, Facoltà di Giurisprudenza, laurea LMG/01 (Giurisprudenza). Focus: sostegno alle dichiarazioni delle imposte di successione e al trasferimento di beni immobili.

Dott.ssa Fatima Laghbili, studi giuridici presso l'Università di PISA, Facoltà di Giurisprudenza, laurea LMG/01 (Giurisprudenza); studi post-laurea presso l'Università di Colonia, master per avvocati laureati all'estero. Focus: liquidazione dei depositi bancari e dello studio notarile.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Phone

Germania: Responsabilità anche penale dell erede per doveri fiscali del defunto

Viola un coerede l’obbligo di rettifica ex § 154 AO (Abgabenordnung, Codice tributario) dopo aver riconosciuto l’erroneità delle dichiarazioni fiscali del de cuius , questo commette allo stesso tempo un’evasione fiscale premeditata ai sensi di § 370 comma 1 Nr. 2 AO per mezzo di omissione (Corte dell’alta Finanza, Sentenza del 28.02.2008 – VI R 62/06 Punto 20 – BStBl (Rivista del Fisco Federale) II 2008, 595; Corte di Cassazione, Sentenza del 17.03.2009 – 1 StR 479/08. Poiché il § 153 comma 1 frase 2 AO (Codice Tributario) fa riferimento alla persona del successore universale, esiste per l’erede il dovere di rettifica, a prescindere dal fatto che il de cuius si è reso punibile per delitto fiscale premeditato (vedi Seer per: Tipke/ Kruse, AO/FGO (Codice tributario/ Codice tribunale fiscale), § 153 AO Punto 17.).Ciò non comprende il caso in cui l’erede stesso sia giá stato coautore o partecipe del delitto fiscale premeditato del de cuius (vedi Seer per: Tipke/ Kruse, AO/FGO (Codice tributario/ Codice tribunale fiscale), § 153 AO Punto 17; Helmrich, DStR 2009, 2132, 2134.

Il termine “Dichiarazione” ai sensi del § 153 comma 1 frase 1 Nr.1 AO (Codice tributario) viene ampiamente interpretato dalla Letteratura e dall’Amministrazione fiscale e corrisponde ad ogni espressione con ascendenza su determinazione, riscossione od esecuzione di una tassa (BT-Drs. 6/1982, Pag. 129 su § 98 “in particolare”; cfr. Corte dell’alta finanza, sentenza del 30.1.2002- II R 52/99 Punto 17 – Corte dell’alta finanza/non pubblicato 2002, 917; AEAO (Anwendungserlass zur Abgabenordnung; Atto scritto sul codice tributario) su §153 AO Nr.3; 

Perciò, la Corte dell’alta finanza conferma quest’ultima concezione, applicandola addirittura anche a dichiarazioni fiscali, invalidate dalla incapacità d’agire dell’interessato dall’obbligo della dichiarazione, senza però motivare un tale ampliamento di uso.

Atti processuali di un partecipante incapace d’agire secondo §104 Nr.2 BGB (Bürgerliches Gesetzbuch, codice civile tedesco) non hanno alcuna validità. Secondo §79 comma 1 AO (codice tributario) la capacità d’agire corrisponde la capacità ad intervenire in atti processuali. Con il termine di atti processuali è da intendere dichiarazioni sia di volontà che di intendere e tutti quegli atti concreti, cui le conseguenze fiscali ricollegano (Alta corte di Finanza, Sentenza del 16.04.1997 – XI R 61/94 Punto 94 – BStBl (Rivista del fisco federale) II 1997, 595; idem circa la capacità d’agire passiva vedi Alta Corte di Finanza, sentenza del 21.11.2006- VII R 68/05 Punto 33 – BStBl II 2007, 291; Söhn per: Hüschmann/ Hepp/ Spitaler, AO/FGO (Codice tributario/ Codice tribunale fiscale), § 79 AO Punto 20 e 36; Drüen per: Tipke/ Kruse, AO/FGO, §79 AO punto 6 e 7; Wünsche per: Koenig, AO, §79 punto 44). Il significato in questi termini di Atti processuali comprende qualsiasi atto a cui il diritto processuale attribuisca importanza legislativo (Rüschen per: Gosch, AO (Codice tributario), §79 Punti 8-10). Il mero ampliamento del campo d’applicazione del §153 AO e il rifiuto di una riduzione alle dichiarazioni fiscali non permette dunque alcuna motivazione sufficiente a spiegare perché le dichiarazioni fiscali invalide, quali altre dichiarazioni, possano produrre gli obblighi legali ex § 153 AO.

Conseguenze per la pratica

  1. L’autorità finanziaria ha fondamentalmente libera scelta, circa a quale debitore universale essa si voglia attenere (Corte di Alta Finanza, sentenza del 13.05.1987 – II R 189/83 Punto 13 – BStBl (Rivista del fisco federale) II 1988, 188). In base al proprio giudizio essa può decidere su quale dei numerosi debitori universali potersi rivalere. In tal modo essa detiene una “facoltà di scelta” (Alta corte di Finanza, Sentenza del 01.07.2008 – II R 2/07 punti 8 e 9 – BStBl (Rivista del fisco federale) II 2008, 897; Ratschow per: Klein, AO (Codice Tributario), §44 punti 12 e 13).
  2. Poiché il prolungamento del termine di prescrizione per evasione fiscale, secondo il §169 comma 2 frase 2 AO (Codice tributario), dipende dalla domanda se oggettivamente si tratta di singole somme evase e se tale caratteristica del fisco aderisce, vengono coinvolti quali debitori universali anche i coeredi, a prescindere da una loro eventuale debito e/o conoscenza di questo.

In tal modo però si giungerebbe ad un rischio fiscale troppo alto, motivo per cui l’obbligo degli eredi (cfr. §45 comma 2 in combinato con §1975 BGB- codice civile) può limitarsi alla successione per ordine dell’amministrazione successoria (§1984 comma 1 frase 3 BGB- Codice civile, cfr. § 2013 BGB) o per apertura dell’insolvenza successoria (§§315 e seguenti InsO- codice d’insolvenza). In presenza di piú eredi è da considerare §259 BGB.

Kassenschau in Germania: Controlli fisco libro cassa in Germania a partire dal 1° gennaio 2018

A partire dal 01/01/2018, l’amministrazione delle finanze ha la possibilità di esaminare le attività imprenditrici in occasione di un controllo fiscale al di fuori del regolare accertamento del libro cassa, senza precedente avviso. Il funzionario finanziale non ha il dovere di farsi immediatamente riconoscere come tale; egli può eseguire un acquisto di prova e, sempre in borghese, innanzitutto accertarsi se, per esempio, il proprietario del negozio è presente. Infine egli deve presentare una tessera di riconoscimento e documento dell’agenzia finanziaria, che lo legittima nel caso concreto ad effettuare il controllo fiscale. L’attività non può rifiutare il controllo fiscale e non ha alcun diritto ad un rinvio del controllo. L’intestatario dell’esercizio commerciale ha possibilità di appellarsi al proprio commercialista o legale.

Durante l’accertamento verranno verificati i seguenti punti:

  • Una conduzione regolare del registro di cassa;
  • La raccolta degli interi movimenti di pagamento attraverso il sistema di cassa/ l’esame del sistema di cassa;
  • La documentazione di organizzazione, come per esempio le istruzioni d’uso e quindi il manuale di cassa, le dritte di lavoro per il personale, la documentazione di procedura di dimestichezza con la cassa;
  • Facoltà di verifica di cassa.

L’ispettore può inoltre prendere visione degli interi dati elettronici. Su richiesta, l’intestatario dell’attività ha il dovere di salvare e consegnare gli interi dati elettronici.

Dovessero saltare all’occhio dell’ispettore delle irregolarità durante il controllo fiscale, questi può immediatamente, e quindi senza ulteriore disposizione di controllo e fissazione di scadenza, spostare l’accertamento all’intera azienda. Con ciò s’intende l’esame di tutta la documentazione dell’attività commerciale, tutti i dati elettronici e di forma fiscale.

Al centro di tale accertamento vi sono attività gastronomiche e i singoli commercianti, in quanto è fra questi che domina maggiormente il traffico di denaro in contanti.

A partire dal 2020 si aggiungeranno multe in denaro secondo §379 I comma AO nel caso in cui:

  • La cassa utilizzata non dispone della possibilità delle registrazioni singole o non registra puntualmente, correttamente, in maniera completa e ordinata le singole operazioni contabili
  • I dati non sono protetti (o almeno non in maniera corretta), poiché viene utilizzato un sistema che non dispone di una Garanzia di sicurezza certificata.

Eventuali infrazioni verranno multate fino a € 25.000,-

Per qualsiasi domanda, prego di rivolgersi al sottoscritto.

Dal 1° gennaio 2018 entra in vigore il nuovo sistema sull` impostazione di fondi e redditi su capitale in Germania

Germania: A partire dal 1.01.2018 entra in vigore la riforma della tassazione sugli investimenti (InvStRefG), Investmentsteuerreformgesetz.  

In particolare, la legge prevede delle modifiche notevole sul sistema di tassazione su fondi azionari, fondi misti e fondi immobiliari. Per i risparmiatori, cambia il modus operandi di tassare i loro investimenti in fondi indice (ETF) o fondi.

A partire dal 1.01.2018, tutti i fondi saranno tassati secondo lo stesso schema: sulla base di una somma forfettaria annua. Non importerà più dove si trova il fondo e se distribuisce dividendi. Coloro che hanno acquistato prima del 2009 dei fondi e da allora sono stati nel loro conto di custodia devono fare i conti con una tassa dal 2018. La cosiddetta protezione delle scorte si applica solo all'aumento di valore maturato fino alla fine del 2017. Inoltre, vi è una franchigia di 100.000 € per ogni risparmiatore. Per la maggior parte degli investitori privati, i profitti da vecchi dovrebbero quindi rimanere esente da imposte per una vendita futura.

Gli investitori, che sono sottoposti alla trattenuta fiscale su dividendi estere, non possono più contare sulla ritenuta fiscale. Per i fondi azionari (quota azionaria almeno 51 per cento) è stata introdotta una franchigia del 30 per cento di tutti i redditi, ciò è esonerata dall imponibilità (esenzione parziale). I proventi comprendono somme forfettarie, dividendi e anche proventi di vendita. Per i fondi misti, il 15 per cento del reddito è esente. Per i fondi immobiliari aperti nazionali, 60 per cento del profitto è esente da tasse.

Gli investitori dovranno pagare il 26,375% della ritenuta fiscale compresa la supplementazione di solidarietà (soli) su tutti i redditi non esenti.

Lo Studio Legale Pagliaro lavora dal 1995 nel settore fiscale italo-tedesco. Per saperne di più:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Rechtsanwalt Gian Luca Pagliaro

Sede dello studio:

Dürener Straße 430
50858 Köln

Ricevimento Appuntamenti:

Breite Str. 161-167 (Mevissenhaus)
50667 Köln

tel. +49 (0)221 94642978 - 94642979 - 9483939

fax. 0221 9483940

e-mail: kanzlei@ra-pagliaro.de

Informazioni Legali Germania

  • 10/20: Attenzione alla prescrizione in Germania al 31.12.2020

    Attenzione alla Prescrizione civile in Germania - Affari all’estero con imprese tedesche

    I creditori italiani che lavorano nel mercato tedesco devono fare attenzione alla possibile prescrizione anticipata dei loro crediti.

    per saperne di più

     

     
  • 9/20 Abbassamento Aliquote IVA Germania 2020

    In data 3.06.2020, il Governo tedesco ha pubblicato i punti chiave di un pacchetto di rilancio economico per gli effetti del Corona Virus. Ciò comprende una riduzione generale dell'aliquota IVA, che - previa approvazione del Parlamento - entrerà in vigore il 1° luglio 2020 e sarà poi limitata al 31 dicembre 2020, ossia per 6 mesi. Finora è stata presentata una corrispondente circolare del Ministerio delle Finanze sulla riduzione temporanea delle aliquote d'imposta come bozza (a partire dall'11.6.2020).

    Manuale Abbassamnto IVA

     
  • 8/20: Piano dl ripresa dell economia in Germania dopo Corona

    In data 3.06.2020, il Governo tedesco ha pubblicato i punti chiave di un pacchetto di rilancio economico per effetti del Corona Virus. Misure mirate per un totale di 130 miliardi di euro mirano a sostenere i dipendenti e le famiglie, a stabilizzare le imprese, a promuovere la modernizzazione del Paese e a far sì che la Germania esca dalla crisi più forte di prima. Alcune avranno effetto anche nella relazione Germania - Italia. Per saperne di più

     
  • 7/20: Sentenza Corte di Cassazione Federale Sez. Tributaria: Immobili e prezzo di acquisto, costi di acquisto adeguati

    La Corte di Cassazione Federale Tributaria (BFH) ha chiarito diverse questioni fiscali in relazione all acquisto di immobile in germania e l'adeguatezza del prezzo d'acquisto e costi per la società. In linea di principio un prezzo d'acquisto concordato e pagato può  essere utilizzato come base per la tassazione. I costi di acquisizione per l'acquisto di azioni devono essere registrati in un calcolo supplementare separato. I costi per l'acquisizione di una quota di una società di locazione ai sensi del Codice Civile tedesco (GbR) possono essere registrati separatamente e dedotti ai fini fiscali, analogamente a quanto avviene per un bilancio integrativo. Secondo la sentenza della Corte federale delle finanze (BFH) del 29.10.2019 (IX R 38/17), i costi per l'acquisizione della quota devono essere suddivisi in un valore di terreno e di edificio.
    Situazione in caso di controversia.Secondo la Corte, il metodo del valore reale dovrebbe essere applicato nella valutazione di un condominio in affitto secondo l'ordinanza sulla valutazione degli immobili, poiché gli acquirenti intendono generalmente ottenere un aumento di valore attraverso l'immobile oltre a generare un reddito locativo.

    Nota:
    Si tratta di un modello popolare per generare un volume di ammortamento aggiuntivo in caso di controversia. La quota societaria viene venduta alla fondazione di famiglia, che può essere ammortizzata sul nuovo prezzo di acquisto stabilito.  BFH, sentenza contro. 29.10.2019 - IX R 38/17

     
  • 6/20: Corona Virus - Decreti attuali Germania: Assemblea societa

    Coronavirus: Misure per imprese, lavoro e professionisti in Germania

    Capacità di agire di imprese, cooperative e associazioni di proprietari di condomini nei tempi di Corona. Il regolamento legale è entrato in vigore il 28.03.2020 ed è valido fino alla fine del 2021: per la prima volta è possibile l'assemblea generale virtuale delle società. per sapere di più

     
  • 5/20: Corona Virus - Decreti attuali Germania: Interruzione Processi penali

    Coronavirus: Misure per imprese, lavoro e professionisti in Germania

    Interruzione estesa del procedimento penale nella crisi della Corona. Entra in vigore la norma di legge che ha validità di un anno: è possibile l'interruzione dell'udienza principale per tre mesi e dieci giorni. per sapere di più

     
  • 4/20: Corona Virus - Decreti attuali Germania: Fallimenti ed Insolvenza

    Coronavirus: Misure per imprese, lavoro e professionisti in Germania

    L'obbligo di istanza di insolvenza è sospeso. La normativa di legge entra in vigore con effetto retroattivo dal 1° marzo 2020 ed è valida per il momento fino al 30 settembre 2020. La legge prevede cinque misure nel campo del diritto fallimentare. per sapere di più

     
  • 3/20: Corona Virus - Decreti attuali Germania: Affitti e locazione

    Coronavirus: Misure per imprese, lavoro e professionisti in Germania

    Protezione contro la disdetta per gli inquilini e importanti differimenti di pagamento per i consumatori e le microimprese. Le norme di legge entrano in vigore il 1° aprile 2020 e sono valide fino al 30 giugno 2020. per sapere di più

     
  • 2/20: Coronavirus, non si ferma la Giustizia in Germania. Attenzione ai termini e prescrizioni

    Coronavirus: Misure per imprese, lavoro e professionisti in Germania

    Tutte le attività nei tribunali tedeschi verranno rinviate solo su richiesta delle parti e non ex ufficio. In Germania non sussistono finora (28.03.2020) decreti statali paragonabili con il decreto legge n° 18, del 17.03.2020, artt. 83 ss. (CONVID-19)

    Attenzione anche per le prescrizioni e termini di decadenza! In questo momento sussiste una forte incertezza se l` interruzione derivante dal decreto legge citato – art. 84 co 8 d.l 17.03.2020 – riguarda anche i diritti da eseguirsi in Germania, qualora dovesse essere applicabile il diritto operandi italiano, in quanto la deroga di interesse si realizza solo nella Giustizia italiana, avendo come ragione l`interruzione del sistema giudiziale civile nel territorio italiano.

     
  • 1/20: Imposta di Successione in Germania. Nuovo circolare sulle direttive 2019

    Entrano in vigore le direttive sulle imposte di successione 2019. Il Governo tedesco ha ritenuto che le direttive sull'imposta di successione del 2011 siano ampiamente superate. Inoltre, occorre tener conto dell'attuale giurisprudenza della BFH e delle decisioni amministrative adottate nel frattempo.

    Le direttive sull'imposta di successione 2019 sono applicabili a tutti i redditi per i quali l'imposta sorge dopo il 21.8.2019 (data della decisione del Consiglio dei Ministri). Esse si applicano anche ai redditi per i quali l'imposta è sorta prima del 22.8.2019, nella misura in cui si riferiscono a disposizioni modificate della legge sull'imposta di successione e sull'imposta sulle donazioni e della legge sulla valutazione, che devono essere applicate prima del 1.5.2019. Le istruzioni finora emesse che sono in conflitto con queste linee guida non sono più applicabili.

    leggi anche

     

nach oben scrollen

Questo sito Web utilizza i cookie
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci per analizzare il traffico sul nostro sito. I cookie sono piccoli file di testo utilizzati dalle pagine Web per rendere l'esperienza dell'utente più efficiente. Per legge, possiamo utilizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie abbiamo bisogno del tuo permesso. Questa pagina utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posizionati sulle nostre pagine.